Firenze dice no a Slot e Videopoker




Cronaca | Massimo F. | 21 gennaio 2011 alle 11:00

Spesso quando prendo un caffè mi trovo dei bar dove ormai non sento più il suono della macina chicchi di caffè o le voci alterate dei presenti che discutono sul fuorigioco in una partita di calcio. Si è aggiunto un suono che a me è sintomo di tristezza e mi crea spesso un insofferenza: le musiche delle slot e videopoker..  Poi oltre a codesto c’è il premere nervoso e spesso arrabbiato del giocatore sui pulsanti: pac! pac!! PAC!!!! Gente che già presto la mattina sono li. L’altra mattina ho trovato addirittura un tizio con bimbo appresso addobbato di zainetto per la scuola, che stava in piedi accanto a lui, sicuramente il padre, in attesa che finisse.. Ho atteso  un quarto d’ora per vedere quanto rimaneva li col bimbo, che immobile guardava nel vuoto, per nulla interessato a ciò che faceva l’adulto. Alla fine ho desistito e cosi dopo il caffè e una lettura di giornale, per non fare tardi sono uscito ed ho dato un ultimo sguardo alla scena mentre aprivo la porta del bar…. Il bimbo mi guarda con

Tags: , , , , ,

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Firenze su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Massimo F.

Massimo F. Massimo F. Freelance, promuovo la Green Philosophy e ne seguo ogni evoluzione, dal risparmio energetico alla mobilità, ed effettuo consulenze energetiche per privati ed aziende.   Nel promuovere ho raggiunto altre esperienze ed offro cosi consulenze in ambito Web per la gestione di contenuti, social media ed online marketing, indicizzazione sui motori di ricerca e Geolocal.
Sito: http://www.socialgreenmarketing.it


I commenti sono Chiusi.